daviderondoni - Official site

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

I tre dell’anno?

E-mail

I tre dell’anno? Ma la poesia non ha anni! E’ sempre futura. E antica. Forse la più importante per oggi è scritta mille anni fa. In quanti si sono commossi in questi mesi ascoltando l’inizio del XXXIII del Paradiso: “Vergine madre, figlia del tuo figlio…” Ma tre libri vogliono. Il primo è Leopardi. Finalmente ritradotti i Canti in una importante edizione Usa, da Johnatan Galassi, editor e traduttore già di Montale. Grazie a Farrar Straus and Giroux forse Leopardi conoscerà maggior stima nel Nuovo Mondo. (Col che vale la pena fare un po’ di autocritica: tutti i professori, gli scrittori, gli editori, i ministri, gli ambasciatori e i direttori di istituti di cultura in Usa tutte cose più importanti avevano da fare?). Secondo libro, uscito da un premio (a volte servono) è di Mariagrazia Carraroli, N.O.F.4 Centottandadue metri di follia (Voci della luna). E’ la vicenda di Nannetti Oreste Fernando, in manicomio tutta la vita a scrivere sul muro con la fibbia. Al termine della sua esistenza, un altro ospite concluse la scritta con uno sgrammaticato “Mese ricordia.” Infine un esordio, tra i diversi buoni: Valerio Grutt, Una città chiamata le sei di mattina (Meridiana).

 

Appuntamenti

28 febbraio h10 - Colloqui fiorentini, Firenze
28 pom e 29 mattina - laboratorio e scuola Sezze e Priverno (Lt)
3 marzo h 17 - Bari Università incontro con G.Nunziante regista e autore, su "Raccontare l'umano"
5 marzo h 19 - workshop scrittura Camplus Bononia
6 marzo h 18 - Siena Conferenza su Eliot
7 marzo h 17,30 - master traduzione Misano, fondazione S. Pellegrino (Rimini)
8 marzo h 18 - Forlì inaugurazione del bookshop "Cartacanta"

Collaborazioni